La saldatura e le sue evoluzioni

La saldatura e le sue evoluzioni

Saldare significa unire pezzi metallici in modo permanente, tramite la fusione localizzata dei lembi dei pezzi da giuntare, con o senza l’aggiunta di materiale d’apporto (materiale introdotto sotto forma di bacchette, fili o nastri e depositato allo stato fuso tra i lembi da unire). Il pezzi di materiale da saldare possono essere uguali (saldatura omogenea) o diversi (saldatura eterogenea).

Cosa si può saldare?

I materiali metallici che vengono più tradizionalmente saldati sono l’acciaio, le leghe d’alluminio, di nichel e di titanio.
I soli materiali polimerici che possono essere saldati sono quelli termoplastici.

Quali sono i tipi di saldatura?

processi di saldatura si sono evoluti e adattati allo sviluppo dei materiali e delle tecnologie produttive.

I primi passi della saldatura

I primi tentativi di saldatura nascono nel medioevo, quando ancora non c’erano le conoscenze scientifiche per ottimizzarla. I fabbri fondevano il metallo nelle fornaci, dove i giunti venivano saldati in modo uniforme attraverso l’uso prolungato del metallo. Questa tecnica di saldatura era faticosa, sporca e poco raffinata, producendo un lavoro abbastanza approssimativo e non conforme agli standard attuali. Il procedimento è simile a quello che veniva utilizzato in Giappone nella realizzazione delle famose katane.

Come è nata la saldatura elettrica?

Nel 1877 l’ingegnere americano Elihu Thomson ideò il primo sistema di saldatura, che funzionava serrando
le parti da saldare tra due elettrodi di rame che venivano riscaldati dal passaggio di corrente elettrica. I due metalli venivano scaldati nel punto da saldare tramite elettrodi, fondendoli.
Più tardi, all’inizio di questo secolo, fu introdotta la saldatura ad arco elettrico. Il funzionamento prevede che il saldatore manovri un elettrodo nel quale passa corrente ad alta tensione che giunge alle due parti da saldare formando un arco ad altissima temperatura. Per formare una giuntura continua dove il metallo è fuso si aggiunge altro metallo, formando una unica giuntura.
Le principali tipologie di saldatura ad arco elettrico sono:

  • manuale ad elettrodo rivestito (MMA)
  • ad arco sommerso (SAW)
  • a filo continuo sotto protezione gassosa (MIG/MAG)
  • sotto protezione gassosa e con elettrodo infusibile (TIG)

Come si è evoluta poi la saldatura?
A completamento della saldatura ad arco elettrico è stato inventato il saldatore automatico, che con l’arrivo dei gas schermanti ha permesso la saldatura subacquea, maggiormente qualitativa e restistente alla corrosione.
Ad oggi esistono moltissime altre tecniche di saldatura, come la saldatura laser, microplasma, FSW, etc, ma il primato per diffusione ed affidabilità resta alla tradizionale saldatura ad arco.
 

Richiedi informazioni

Dichiaro di aver preso visione dell' Informativa Privacy ai sensi del Regolamento UE 2016/679*

Articoli consigliati